Carmina Burana di Carl Orff – Teatro Coccia di Novara

Teatro Coccia di Novara, 29/10/2014

Carmina Burana di Carl Orff

FuturOrchestra, Cori VareseVocalensamble, Giovani Cantori di Torino, Coro G, Coro XG, Coro Giovanile Italiano e Coro di Voci Bianche della Corale Arnatese
Ivanna Speranza soprano
Gian Luca Pasolini tenore
Sergio Vitale baritono
Monica Balabio direttore del Coro di Voci Bianche
Carlo Pavese maestro del coro
Alessandro Cadario direttore

Mercoledì sera ho avuto l’occasione di assistere nello storico teatro Coccia a Novara, uno dei più antichi del Piemonte, ai Carmina Burana di Carl Orff scelti come concerto di apertura del Festival Cantelli intitolato al Maestro novarese morto prematuramente nel 1956.

Teatro Coccia, 29/10/2014
Teatro Coccia, 29/10/2014

Prima di passare ad un commento su quanto ascoltato, voglio ricordare l’encomiabile iniziativa portata avanti da ormai quasi 70 anni dall’Associazione amici della musica Vittorio Cocito: permettere a musicisti giovanissimi di poter suonare e cantare in teatri come fanno solitamente i loro colleghi professionisti più anziani e così è stato mercoledì sera a Novara: centinaia di ragazzi hanno regalato al pubblico una piacevole serata in compagnia dei Carmina e dei loro testi giocosi.
La giovane orchestra era diretta dal Maestro Alessandro Cadario a cui va parte del merito dell’esito della serata. Mi permetto solo di consigliare qualche attenzione in più alle dinamiche e più precisione nei pizzicati degli archi. Per quanto riguarda la qualità del suono, non possiamo certo chiedere a questi ragazzi una performance che vada al di là delle loro possibilità che comunque non è mai scaduta sotto una soglia soddisfacente.

La medesima riflessione vale per i cori che andavano a formare il grande coro di circa 100 elementi che è il principale protagonista dell’opera di Orff. Sempre puntuale, il coro talvolta sembrava morire sotto le melodie orchestrali soprattutto nella sua parte tenorile (ad esempio nel celeberrimo In taberna quando sumus). Certamente migliora la sua prestazione con il proseguire della serata con un esito d’effetto nell’O Fortuna finale di cui carico la registrazione.

Una discorso diverso vale per i solisti che hanno invece più lunga esperienza: il tenore Gian Luca Pasolini canta il suo carmen Olim lacus colueram con una gran voce che potrebbe forse essere un po’ meglio controllata. Per quanto riguarda Ivanna Speranza, la sua performance è apprezzabile per la presenza vocale pur con una voce un poco nasale e Dulcissime risolto in modo un po’ approssimativo. Al baritono Orff assegna un più vasto numero di Carmina che permettono a Sergio Vitale, nonostante le evidenti difficoltà nel registro acuto in Dies, nox et omnia, di mettere in mostra la sua bella voce brunita e piuttosto pastosa. Risultano particolarmente riusciti Tempus est iocundum (anche grazie alla Speranza e al coro) ed Estuans interius.
Il pubblico che riempie la platea e le balconate accoglie con calore lo spettacolo di cui sono protagonisti questi giovani e bravi ragazzi.

Videoregistrazione O Fortuna

Annunci

2 pensieri riguardo “Carmina Burana di Carl Orff – Teatro Coccia di Novara”

  1. Great site you have here but I was curious about if you knew of any community forums that
    cover the same topics discussed in this article? I’d really
    like to be a part of group where I can get responses from
    other experienced individuals that share the same interest.
    If you have any recommendations, please let me know.
    Kudos!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...