Fidelio – Teatro alla Scala

Singspiel in due atti di Ludwig van Beethoven

23/12/2014, Teatro alla Scala

Orchestra e Coro del Teatro alla Scala

Direttore Daniel Barenboim
Regia Deborah Warner

Don Fernando Peter Mattei
Don Pizarro Falk Struckmann
Florestan Klaus Florian Vogt
Leonore Anja Kampe
Rocco Kwangchul Youn
Marzelline Mojca Erdmann
Jaquino Florian Hoffmann
Erster Gefangener Oreste Cosimo
Zweiter Gefangener Devis Longo

Dopo l’inaugurazione della stagione, questa produzione di Fidelio ha visto la sua ultima rappresentazione il 23 dicembre, data che corrispondeva anche all’ultima serata in teatro per il Maestro Barenboim che, come saprete, lascia il posto di direttore musicale a Riccardo Chailly.Ed è per lui un vero trionfo tributato con affetto da un teatro, a dir la verità non pienissimo, che l’ha visto protagonista in questi anni. Fin dalla prima apparizione in buca non sono stati risparmiati applausi e bravo e così è stato anche nel proseguo della serata fin quando alla fine dell’opera è stato applaudito sul palco con tutta l’orchestra.

Il M° Barenboim e l'Orchestra sul palco, Teatro alla Scala, 23/12/2014
Il M° Barenboim e l’Orchestra sul palco, Teatro alla Scala, 23/12/2014

Al di là della storia di questi anni, penso che gli applausi siano stati meritati perché il Maestro, a cui si perdona anche qualche lentezza, ha preparato l’orchestra in modo magistrale ed essa ci ha regalato una performance come raramente ne ho ascoltate alla Scala (mi viene in mente Les Troyens diretta da Pappano lo scorso anno) con un colore, soprattutto negli archi e negli ottoni, difficilmente imitabile. Una menzione d’onore va anche al coro diretto dal Maestro Casoni che, come sempre ma in quest’opera ancor di più, offre una prestazione maiuscola.

Parlando della regia, credo che, forse anche data la mia età ben al di sotto della media dei frequentatori di teatri dell’opera, lo spettacolo sia riuscito e se certamente non posso definire bello il cemento armato della scenografia – ma come potrebbe esserlo una prigione in cui avvengono tali ingiustizie? – ho trovato coerente ed interessante l’attualizzazione proposta dalla regista che forse poteva risparmiarsi qualche banalizzazione come il ferro da stiro, il mocio per pulire il pavimento e la neve finale che non si capisce come possa arrivare nei sotterranei dove era rinchiuso Florestan.

Fidelio, Atto I, Teatro alla Scala, 23/12/2014
Atto I, Fidelio,  Teatro alla Scala, 23/12/2014

Passando alla parte vocale, non possiamo che partire dalla protagonista la Leonore di Anja Kampe. Il soprano presenta acuti sicuri e rotondi mentre nel registro medio e grave la voce perde parte dello spessore risultando un po’ meno soddisfacente. Ella interpreta in modo omogeneo un ruolo che forse richiederebbe qualche sfumatura in più (si pensi all’abisso fra l’aria iniziale rispetto al quartetto drammatico del secondo atto) ma tutto sommato si fa apprezzare.

Klaus Florian Vogt delinea in modo convincente un Florestan che la regia voleva rantolante a terra per quasi tutta l’opera. La voce è dotata di notevole squillo e la buona prestazione del tenore vede la sua parte più riuscita nell’aria iniziale.

Chi però ha convinto nota dopo nota dall’inizio alla fine è il Rocco di Kwangchul Youn: sicura in tutti i registri, la voce ha un volume invidiabile e riesce a trovare i giusti colori in tutte le parti, dall’aria dell’oro ai passi più drammatici del secondo atto. Davvero bravo il basso che infatti ha raccolto il maggior consenso al termine dello spettacolo!

Non si può dire lo stesso di Falk Struckmann che come Pizarro pur con voce importante e colore scuro non ha una linea di canto omogenea ed è apparso forzato negli acuti.

Molto bravo invece Mattei, un Don Fernando dalla voce bella e corposa; piacevoli anche se di minor sostanza Mojca Erdmann e Florian Hoffmann come Marzelline e Jaquino.

Foto 23-12-14 22 51 57
Finale II, Fidelio, Teatro alla Scala, 23/12/2014

Al termine successo per tutti con diversi minuti di applausi e acclamazioni in particolare per Barenboim e Youn.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...