Lucia di Lammermoor – Teatro dell’Opera di Roma

Teatro Costanzi, 04/04/2015

Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma

Direttore Roberto Abbado
Un progetto di Luca Ronconi
realizzato da Margherita Palli scene
Ugo Tessitore regia

Enrico Marco Caria
Lucia Jessica Pratt
Edgardo Stefano Secco
Arturo Alessandro Liberatore
Raimondo Carlo Cigni
Alisa Simge Büyükedes
Normanno Andrea Giovannini

A cavallo delle festività pasquali, il Teatro dell’opera di Roma propone una produzione di Lucia di Lammermoor che, fra le tante versioni proposte in vari teatri italiani, possiede diversi elementi di interesse. Primo fra tutti l’ultimo progetto, a dir la verità incompiuto, di Luca Ronconi al cui ricordo il teatro ha dedicato queste recite; in secondo luogo la presenza di Jessica Pratt ad interpretare il ruolo del titolo e del maestro Roberto Abbado.

Lucia di Lammermoor. scena del II ed inizio III atto, 04/04/2015
Lucia di Lammermoor. scena del II ed inizio III atto, 04/04/2015

Il progetto di Ronconi ambienta il dramma in uno straniante ambiente completamente bianco, privo di qualsiasi elemento naturalistico e che a più riprese ricorda un carcere per malati mentali con il coro rinchiuso in piccole celle su più piani. Anche Lucia esce da una di queste all’inizio del secondo atto mentre nel finale il suo cadavere è portato in scena, dando la possibilità ad Edgardo di piangerlo. I costumi sono per lo più classici, tutti neri o grigi, in contrasto con il bianco della scena ma sempre in linea con la generale assenza di colore. La regia non ci è dispiaciuta perché ha il pregio di raccontare in modo chiaro la storia pur con l’audacia della scenografia anche se rimane incomprensibile il grido d’immenso giubilo che si leva dalle gabbie.

A questa messinscena in bianco e nero si contrappone una direzione energica, a tratti fin travolgente. Ed è proprio in questo che stanno pregi e difetti di Roberto Abbado: la sua interpretazione non lasciano certo indifferenti e personalmente ci piace. Lascia davvero soddisfatti nei momenti più drammatici, ottimo il sestetto così come la successiva stretta finale. D’altro canto talvolta non è attentissimo alle voci e allo stesso modo, per essere drammaturgicamente espressivo e preparare alle strette finali, esegue rallentando eccessivi, sortendo un effetto sgradito.

Venendo ora alle voci non possiamo che partire della protagonista. Lucia era interpretata al soprano australiano Jessica Pratt. La cantante, ben conosciuta al pubblico italiano, ha tutte le carte in regola per essere una buona Lucia. A parte qualche messa di voce non subito a fuoco e un vibrato sempre presente che alla lunga potrebbe non piacere, Pratt canta dall’inizio alla fine con accenti, colori e volume invidiabili. Le mezze voci dove servono e una notevole sicurezza nell’acuto fanno il resto. In Chi mi frena la sua voce emerge incontrastata mentre la pazzia cantata in scioltezza con l’accompagnamento della glassa armonica entusiasma il pubblico.

Gli uomini che circondavano questa primadonna non riescono mai a strapparle la scena. Del tenore Stefano Secco (Edgardo) non abbiamo apprezzato il timbro poco piacevole e il modo di cantare poco belcantistico. Bisogna certo riconoscergli di aver cantato tutto correttamente e di essersi quasi riscattato con la sua scena finale, trovando la morbidezza che gli era mancata nel resto della recita.

Soddisfacente invece la prestazione di Marco Caria come Enrico: nonostante la resa dei recitativi a tratti un poco approssimativa, regge il confronto con la Pratt nel duetto Il pallor funesto, orrendo all’inizio del II atto. Carlo Cigni, nei panni di Raimondo,  convince, in particolare, per voce brunita e corposa.

Anche Alessandro Liberatore (Arturo), pur nella sua parte limitata, piace. Non esattamente imponente il mezzo vocale di Andrea Giovannini (Normanno)sebbene non canti male.

Al termine applausi entusiasti di un pubblico che finalmente riempiva il teatro.

Annunci

1 commento su “Lucia di Lammermoor – Teatro dell’Opera di Roma”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...