Serse – Teatro Litta

Opera seria in tre atti di Georg Friedrich Händel

29/05/2015, Teatro Litta, Milano

Nuova produzione

Orchestra Coin du Roi
Ars Cantica Choir

Maestro concertatore e direttore: Christian Frattima
Maestro del coro: Marco Berrini
Regia: Valentino Klose
Scene e costumi: Alessandra Boffelli Serbolisca

Serse: Vilija Mikštaitė
Arsamene: Jud Perry
Amastre: Alessandra Visentin
Romilda: Viktorija Bakan
Atalanta: Arianna Stornello
Ariodate: Stefano Cianci
Elviro: Claudio Ottino

In questi anni, i teatri lirici italiani sono spesso passati alle cronache per gestioni poco oculate e bilanci in rosso, come se fosse inevitabile che le fondazioni musicali in Italia debbano vivere in una condizione di crisi perenne. Ebbene, in questo non esaltante panorama, a Milano è nata Coin de Roi, una nuova compagnia d’opera finanziata interamente da privati, che, con una scelta audace ed interessante si propone di far conoscere il repertorio barocco e settecentesco nel nostro paese.

Foto 29-05-15 22 12 00Il teatro scelto per le recite milanesi è il piccolo Teatro Litta, forse il più antico di Milano e certamente adeguato al repertorio proposto per dimensioni e storia: è stato infatti costruito nel ‘700 come teatro di corte del palazzo omonimo a cui è annesso.

Ad inaugurare questo nuovo progetto, è stato proposto Serse di Händel, un’opera rappresentata per la prima volta nel 1738 la quale si discosta rispetto alla produzione coeva , fatto che decretò l’insuccesso alle prime rappresentazioni londinesi. Infatti, oltre ad un libretto di scarsa qualità di cui non conosciamo l’autore, l’opera mescola ai personaggi seri altri di matrice buffa, Elviro in primis ma anche Atlanta che richiama in modo sorprendente Despina o Zerlina, operando una scelta contraria alle tendenze introdotte da Metastasio per l’opera seria. Inoltre, sono presenti molte Ariette ovvero arie a strofa unica e non tripartite secondo lo schema A-B-A tipico del genere. Tuttavia, ciò che dal pubblico settecentesco era avvertito come fastidioso, può essere letto dallo spettatore moderno come elemento di novità che in qualche modo anticipa ciò che farà il Mozart dapontiano. Invece, è forse la lunghezza – l’edizione proposta è integrale e con i due intervalli supera le 4 ore e un quarto di durata –  e la staticità della trama che alla lunga potrebbero tediare.

Fortunatamente non è stato così grazie alla regia e ad un cast omogeneo e convincente.

Foto 29-05-15 22 31 50
Da sinistra Atlanta, Romilda, Arsamene ed Amastre, Atto III

La messinscena di Valentino Klose, direttore artistico di Coin de Roi, affiancato da Alessandra Boffelli Serbolisca per scene e costumi, propone l’ormai consueta attualizzazione senza però voler introdurre letture forzate o avere pretese eccessive.  A tratti la modernità mal si concilia con il libretto – siamo ormai abituati a questo – ma lo spettacolo ha il pregio di rendere piacevole anche l’aspetto visivo e, pur in una gestualità a tratti di maniera (con questo repertorio non è facile fare altrimenti),  di non annoiare.

Christian Frattima dirige la debuttante orchestra Coin de Roi, composta interamente da giovani professionisti. Il maestro accompagna i cantanti in maniera attenta, dirigendo spigliatamente e senza appesantire troppo la musica. Ed è in questo che sta anche il suo limite poiché nelle parti più ‘impegnate’ e dolenti convince meno. Il buon coro, che si limita a brevi interventi, non è in scena ma nella piccola galleria alle spalle del pubblico.

Sappiamo bene che un’opera di questo genere non avrebbe ragion d’essere se non per la presenza di bravi cantati e fortunatamente, grazie alla complicità delle dimensioni ridotte del teatro, non siamo rimasti delusi.

Il soprano lituano Vilija Mikštaitė, che ricopriva il ruolo eponimo, presenta una voce omogenea con un timbro piacevole. La dizione è pressoché perfetta e tutte le agilità e i preziosismi richiesti dal genere sono ben eseguiti. Una resa più attenta alle dinamiche e una pulizia maggiore negli acuti è certamente possibile ma Mikštaitė è molto giovane e ha sicuramente la possibilità di migliorarsi. La resa della celebre aria Ombra mai fu ci ha convinto, così come l’aria deel secondo atto Se bramate d’amar. Il soprano è arrivato probabilmente un po’ affaticato nel finale poiché abbiamo notato che nel cantare l’ultima indiavolata aria Crude furie i passaggi nel registro grave non erano più agevoli come in precedenza.

Foto 29-05-15 21 01 01
Serse ed Atlanta, Atto II

Arsamene, rivale in amore di Serse, era interpretato dal controtenore Jud Perry. Dopo un esordio con un’intonazione non perfetta, anche la sua prestazione è stata buona con tutte le agilità del caso, anche se, ma questo è un gusto personale e non responsabilità del cantante, avremmo preferito un altro soprano ad interpretare il ruolo.

Innamorata ricambiata di Arsamene ma contesa da Serse è Romilda. La voce di Viktorija Bakan ha un timbro un po’ nasale e uno spessore inferiore a quella di Serse ma comunque risolve bene la parte. L’Atalanta di Arianna Stornello gioca il ruolo della donna che vorrebbe far valere le sue virtù femminili per strappare alla sorella Romilda l’amore di Arsamene. La sua aria che conclude il primo atto Un cenno leggiadretto è cantata con gli accenti e la malizia giusti e ricorda molto da vicino Una donna a quindici anni  dal Così fan tutte.

Il cast è completato da Alessandra Visentin, che con timbro sufficientemente scuro ma volume un po’ ridotto veste i panni della nobile principessa Amasre ripudiata dal re, e per le parti maschili da Stefano Cianci (Ariodate) basso con voce importante ma timbro ruvido e dal bravo Claudio Ottino, che come Elviro anticipa la parte che poi diverrà del basso buffo.

Foto 29-05-15 23 04 44
Serse, Finale III

Il pubblico non numerosissimo tributa un meritato successo, nell’attesa dei prossimi appuntamenti con Coin de Roi (ad ottobre Il re pastore di Mozart).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...