A Pavia Festa Vivaldiana con Gloria e Magnificat per i 450 anni del Collegio Ghislieri

La città di Pavia, animata tutto l’anno dagli studenti della storica Università, nel periodo primaverile arricchisce la propria vita culturale con PaviaBarocca, un festival dedicato prevalentemente alla musica del 17esimo e 18esimo secolo. L’importante manifestazione culturale è organizzata da GhislieriMusica, associazione collegata all’omonimo Collegio, che proprio quest’anno celebra i suoi 450 anni di attività. L’ensamble pressoché stabile di PaviaBarocca è Ghislieri Choir & Consort, fondato nel 2003 e diretto da Giulio Prandi, direttore artistico e musicale dell’associazione

Anteprima della rassegna è stata la rappresentazione del Messiah di Händel presso il Teatro Fraschini mentre sede abituale dei concerti è l’Aula Magna del Collegio Ghislieri, una chiesa sconsacrata che ha il pregio di essere cornice ideale per l’esecuzione di musica sacra, pur con il limite di un’acustica certamente diversa da quella di una sala da concerto. Il Festival si apriva ufficialmente martedì con questa Festa Vivaldiana, che costituiva anche la serata inaugurale delle manifestazioni per la celebrazione dei 450 anni del collegio che fra gli altri ospitò Goldoni. Il programma prevedeva due capolavori della musica sacra vocale del 18esimo secolo: il Magnificat RV610a ed il Gloria RV589 di Vivaldi, accompagnati dal Dixit Dominus RV807 e dal breve concerto in re minore RV128 dello stesso autori.

Il coro e la piccola orchestra si sono rivelati di ottimo livello, regalando una esecuzione intesa ed intima dei brani, guidati dalle indicazioni del Maesto Prandi. Ricordiamo Jonathan Pia alla tromba e il fagotto solista che è intervenuto nel Domine Deus del Gloria. Fra i cantanti citiamo il bravo soprano scozzese Rachel Redmond, dalla voce pura e precisa, e Marta Fumagalli, mezzosoprano italiano a cui era affidata la parte centrale del Gloria. Meno soddisfacente il tenore Fernando Guimarães che con voce non sempre a fuoco e colorature imprecise ha cantato fra gli altri il brano Dominus a dextris tuis dal Dixit Dominus.

Il numeroso pubblico ha molto apprezzato il concerto, accogliendo il direttore d’orchestra con particolare calore. Ci sentiamo di consigliare a tutti i prossimi concerti di PaviaBarocca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...